Mirko Midili, Lena Maas e… Spat Olena, primi attori nella finale Open Futurity Euro + Ita dei 4 anni

Sono solo due i riders protagonisti di questo 2021 4YO Futurity, corso class in class nella versione europea da ben 340,214 dollari di montepremi, così come in quella italiana: Mirko Midili e Lena-Marie Maas. Entrambi in sella a due discendenti del primo e per ora unico Million Dollar Sire europeo: il grande Spat Olena.

Midili, al netto di una stagione iniziata con la delusione nel recupero del Futurity 3YO di maggio – dopo che con GD Peptos Olena Blue aveva conquistato il best composite nei go-round – non ha fatto altro che prendersi una rivincita dietro l’altra. Praticamente in tutti i grandi eventi del reining continentale. Lo ha fatto sia con le due vittorie conquistate in sella a Maytheforcebewithyou nell’Irha-Nrha Derby e nel Maturity di Elementa, sia proprio con GD Peptos Olena Blue – Spat A Blue (da Spat Olena) x Miss Peptos Jacky (da Peptos Lil Bingo) – allevato e di proprietà Domenico Giannitti, insieme al quale ha ottenuto prima il podio nel prestigioso Breeders Futurity Bit in Germania e ora il dominio assoluto a Cremona dei Futurity open tra i cavalli di 4 anni.

E pensare che la carriera di questo binomio è iniziata per una “sostituzione” quasi last minute… Lo stallone avrebbe dovuto essere montato nei Futurity dal suo primo addestratore, Stefano Cerrutti, che aveva passato le redini a Mirko per problemi di salute. «Sono davvero felice perché il cavallo e il suo proprietario meritano veramente questa vittoria. Domenico Giannitti mette moltissima passione nei suoi cavalli e nel suo allevamento, che sta crescendo», ha detto Midili. «Nel go-round non sentivo il cavallo a posto come è di solito, ma stasera era di nuovo se stesso. È un fantastico show horse: sono assolutamente sicuro che ha ancora molto da dimostrare, e che il go della sua vita deve ancora arrivare!».

Il punteggio di Midili è stato il primo ad alzare l’asticella di una finale in cui solo due sono gli score oltre il 220: il 223 di Mirko e il 222,5 piazzato in chiusura di gara dalla coppia go-round leader, e ora Reserve Champion, composta da Cira Baeck e Americasnextcovrgirl (Walla Walla Whiz x Americasnextgunmodel, allevata da Arcese Quarter Horses Usa e proprietà di Elementa). Questo binomio formatosi da poco, è uscito in gara solo tre volte e ha sempre dimostrato un valore notevolissimo, vincendo – prima di arrivare a Cremona – il Belgian Futurity 3&4 year-olds (224,5) e l’Irha Maturity disputati in settembre a distanza di una settimana. 

Spopola alla testa dei livelli 3, 2 (anche per Irha Futurity) e 1 la giovanissima trainer tedesca Lena-Marie Maas, di stanza nella pugliese Quarter Dream. Lena, che aveva condotto in finale tutte e tre le sue monte, è andata dritta allo scopo fin dal go-round, che si era aggiudicata su tutti e tre i livelli (nel 3 ex aequo con Manuel Cortesi e Pc Sliderina One, che sono qui Reserve Champions a un punto di distanza).

In finale la Maas ha snocciolato insieme con Arnels Spat Olena (Spat Olena x RS Arnels Feo Jac), stallone proprietà dalla tedesca Sabrina Adam, un 219,5. Che, nel L4 dell’Irha/Nrha Futurity – il suo primo in assoluto – la piazza terza parimerito con la ben più esperta collega, e Million Dollar Rider Ann Fonck in sella a CS Sailing Gunappartenente a CS Ranch. Se non bastasse questo a decretare la felicità incontenibile della grintosissima Lena, il tutto è avvenuto mentre si è trovata a gestire una gara alta in totale autonomia e senza il supporto dell’onnipresente fidanzato e head trainer a Quarter Dream, Nico Sicuro, che si trova negli Usa e prenderà parte tra pochi giorni al Big Futurity di Okla: «Non ho parole… Proprio non so che cosa dire. Arnels Spat Olena è stato talmente bravo, già nel go-round… Ma stasera mi ha dato tutto quello che poteva. Mi sono divertita così tanto, è stato semplicemente fantastico». 

Negli ultimi due anni l’amazzone ventunenne è letteralmente esplosa come una delle più interessanti nuove presenze nelle arene del reining europeo, dove ha dimostrato di saper gestire cavalli di tutte le età con una professionalità da trainer maturo ponendosi come una presenza costante nelle parti alte delle classifiche level 2 e 1. Questa è però la sua prima vittoria in special event per un level 3. Con Arnels Spat Olena era anche stata Reserve Champion level 1 e terza nel level 3 al Futurity Belga lo scorso settembre.

Ad aggiudicarsi il Reserve Championship L2 con un 217.5 è stato Alfredo Ciabattoni in sella a Shine Solano Whiz (dall’Nrha Million Dollar Sire Shine Chic Shine x Ms Solano Whiz), una femmina nominata da Giuseppe Basile che ne è comproprietario insieme a Francesco Savino. 

Tre pari merito sulla piazza d’onore del level 1, con un punteggio di 213,5: Daniel Moro e Oak Eva Whiz (Spark N Whiz x Oak Genuine Star), di sua proprietà; Dino Lulli e Frozen Jessie Oak (Frozen Sailor x Jessie Oak Tari), owner Angelucci QH; e Matteo Ferri con Electric Flashcode (Electric Code x FJ Flash Bonita), proprietario Georg Wiedenhofer. 

Domenica 14 novembre, le 4YO Non Pro Finals chiuderanno la prima settimana di uno degli eventi più prestigiosi del reining europeo.

Per seguire la diretta, clicca qui https://live.andreabonaga.it/

Per i risultati completi e il punteggio in tempo reale clicca qui https://www.showmanager.info/Eventliste.aspx?turnierID=1109

Credito fotografico: Andrea Bonaga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...